premio 5 vele

Queste brevi premesse occorrono per comprendere come, da qualche anno a questa parte, si è cercato di orientare il turismo balneare, soprattutto, verso quelle località che, di base, si propongono come mete del turismo fatto a tutele dellambiente.
Marina Salina ha dato un nuovo impulso alla raccolta differenziata che ha permesso di registrare una delle percentuali di raccolta più alte in tutta.Le 5 Vele Legambiente premiano leccellenza di località che non sono valutate solo per la bellezza e per la qualità egli scenari paesaggistici.E un dato di fatto che, se non si fa un turismo intelligente, un turismo bene educato che rispetti lambiente, certi luoghi possono diventare veri e propri scenari deturpati, scenari dalla bellezza sciupata e strappata via.Solo così il turismo diventa una via ulteriore possibile al miglioramento e alla salvaguardia dellambiente, un turimo intelligente che non è riducibile ad un soldificio.Le, isole Eolie, anche questanno, fanno il pieno di premi dedicati alle località balneari italiane.Per turismo sostenibile intendiamo tutte quelle attività che riescono a coniugare lofferta turistica con scelte mirate alla tutela e alla conservazione del territorio, alla gestione di rifiuti e di energia.Related Posts, attimi DI pace, attimi DI pace Siamo tutti così attaccati.La Guida Blu 2016 ha visto premiate anche altre tre località balneari della Sardegna: Bosa, Baunei e Santa Teresa di Gallura.
Sardegna per i suoi lunghi chilometri di spiagge immacolate, la località cagliaritana si aggiudicata uno dei primi tre posti assoluti, insieme a Pollica, in provincia di Salerno, e a Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto.
Domus de Maria, con la sua spiaggia di Chia, in provincia di Cagliari.
Le, isole Eolie non solo solo bellezza gratuita della natura, sono anche un luogo dove riscoprire la straordinarietà del rapporto uomo-natura, dove poter ripensare e guardare allambiente in modo diverso.Santa Teresa di Gallura, in provincia di Sassari.Un pensiero che si sposa perfettamente con i problemi attuali che riguardano la salvaguardia dellambiente, un pensiero che di impegna attivamente in nuove strategie di tutela ambientale.Il mare più bello è la guida realizzata dal.Altro litorale sardo premiato da Legambiente con cinque vele è stato quello.Baunei invece si affaccia sul, golfo di Orosei e presenta uno dei litorali più rinomati dell.Salina è lunica isola italiana ad averlo ottenuto, grazie ad elementi come la qualità delle acque, la gestione dei rifiuti, le aree pedonali, la valorizzazione del territorio, la cultura enogastronomica e molto altro.La bellezza naturale dei luoghi e la valorizzazione dei servizi offerti e fatti a misura ambientale sono la perfetta coniugazione per una vacanza vincente.11:14, la bandiera delle 5 Vele di Salina è stata donata allattrice Kasia Smutniak, madrina del Festival del Documentario nella 10 edizione del, salinaDocFestival, il sindaco di Santa Marina di Salina Massimo Lo Schiavo ha deciso di omaggiare lattrice Kasia Smutniak con la bandiera delle.Non a caso, molte guide turistiche si fanno veri e propri vademecum per tutti coloro che scelgono di trascorrere le proprie vacanze in quelle località che hanno come priorità quella di fare del turismo non una semplice mercificazione e industria di soldi, ma un vero.



Touring Club Italiano in associazione con Legambiente ed è volta a premiare i litorali italiani meglio gestiti con la migliore qualità ambientale.
Lultima località sarda che Legambiente ha ritenuto meritevole di cinque vele.