Durante il volo gli fu trasfuso altro sangue, per un totale di 4,5 litri.
Il processo ha consentito di portare alla luce numerose anomalie nell'atteggiamento della Williams e della Federazione, nel caso ad esempio della misteriosa sparizione delle centraline elettroniche della FW16 50 o nel caso della cancellazione degli ultimi fotogrammi del camera-car di Ayrton.
L'ex campione del mondo voucher nominativi Nicky Lauda invece, molto intelligentemente, fa notare come la maggior parte degli infortuni subiti dai piloti riguardi la base del collo in conseguenza delle brusche decelerazioni.
Vincerà due volte la 24 Ore di Le Mans (nel 1995 e nel 2005 ma non gareggerà più in competizioni "a ruote scoperte".Ciò è spiegabile col fatto che l'angolo d'impatto, di soli 22, aveva permesso una progressiva dissipazione dell'energia cinetica, prima contro il muretto e quindi nella sabbia.A b Imola 1994: il Gran Premio maledetto nella stagione maledetta - m Rinuncia, in Autosprint,. .Per il brasiliano "la competizione è nel suo sangue, fa parte della sua vita" e non riesce a farne a meno.Appena due settimane dopo i fatti di Imola, nelle prove libere del gran premio di Monaco, il promettente (aveva collezionato quattro punti in tre gare) austriaco Karl Wendlinger, alla guida di una Sauber, finirà in testacoda all'uscita del tunnell terminando, a causa di un suo.Per fortuna Lamy riesce a sterzare all'ultimo a sinistra e a colpire la Benetton di Lehto nella parte sinistra.Sulla sua tomba, a San Paolo del Brasile, è scolpita una citazione dalla Lettera dell'apostolo Paolo ai Romani 8,39: «Nada pode me separar do amor de Deus in italiano Niente mi può separare dall'amore di Dio.Tre spettatori e un agente di polizia subiscono ferite lacero-contuse e traumi importanti che necessitano il ricovero in ospedale, uno di loro addirittura resta in coma per circa un mese, altre cinque persone se la cavano con ferite di minor entità e vengono soccorsi sul.
Il francese della Larrousse, ignaro della situazione, arrivò al Tamburello a discreta velocità, evitando per poco di investire i mezzi di soccorso.
Vediamoli nel dettaglio uno a uno, partendo da quelle più rilevanti:.
Ratzenberger è tra i debuttanti della stagione, ma è tutt'altro che un pivello.
Innesta la seconda marcia, quando d'improvviso, a circa 150 km/h, a causa del mal funzionamento della pistola utilizzata per stringere i dadi delle gomme, il pneumatico posteriore destro si stacca dall'alloggio e balzella in aria falciando tre meccanici della Ferrari, uno della Lotus e uno.La pensa diversamente Erik Comas che, dopo aver rischiato di investire i soccorritori, si rende conto della tragedia e si ritira spontaneamente.Paolo Bombara, Ho sbagliato io!, in Autosprint,. .David Tremayne, Mark Skewis, Stuart Williams, Paul Fearnley, Track Topics, in Motoring News, News Publications Ltd., È morto Jules Bianchi, il pilota di Formula 1, in Il Post, URL consultato il Fabiano Vandone, I protagonisti della.Altri progetti Portale Formula 1 : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula.Morì in seguito ad un tragico incidente nel.Tecnica, tattica e psicologia dei piloti, Edidea, 1996,. .Sottovalutare simili aspetti si rivelerà un errore gravissimo.

A Suzuka un errore di Mansell apre la strada al terzo titolo mondiale di Senna, che arriva con una gara d'anticipo.
Senna viene inserito nell'introduzione televisiva giapponese della Formula 1, ogni volta in cui il gran premio si svolge in Giappone.
La morte sarà spettatrice costante dei gran premi, pronta a scendere in pista per decidere le sorti dei piloti, dei meccanici e persino dei tifosi assiepati sulle tribune.