Quando sei al mio fianco mi accorgo di quanto so premio internazionale trieste poesia essere capace di sentirmi bella, perché i tuoi occhi vedono solo me, o almeno lo spero.
Vorrei tu capissi che ti amo e che non me ne dimentico mai.
Mi appartenevi ancora prima di entrarmi dentro.Ho sempre avuto paura di me e di ciò che non sarò in grado di diventare.E in fine Ti ringrazio per tutte le volte che mi hai sorriso, facendo sorridere anche.Per gioco un giorno ho imboccato un sentiero, accanto avevo un amico sincero: dentro ai suoi occhi leggevo il bisogno di camminare per un grande sogno; le sue parole eran poche ma vere, ma dai suoi gesti potevo capire che questa vita non ha nessun.Poi salgo e mi siedo nel posto sbagliato.Se riesci ad immaginarlo, se ti piace quello che vedi, allora sceglimi, prendi me!Aspetto il treno giusto.Ma premio poesia a san vito dei normanni questa strada punta in salita, non mi spavento: sì, io ci sto; voglio giocare questa mia vita per far volare il sogno che ho!
Il mio sorriso è l'unico posto in cui so sempre di poterti trovare, e se ho sorriso, vuol dire che anche oggi tu ci sei stato.
Sarai quel che sarai, perché io ci sarò.
Tu sei stato la cura ad ogni ferita.
Solo resta con.
Però una cosa l'ho imparata: con te anche condividere il silenzio sa diventare qualcosa di speciale.
Non mi lasciare, non so cosa fare, fammi sognare con.Tu sei stato la luce.E mettiamo caso qualcosa vada male, non riuscirei mai a sopportare il fatto di averti lontano, dimenticare il modo in cui sorridi, o il modo in cui ti guardi attorno.E così sarà, per sempre.Tutta LA vita che io passerò ad amare te, solo te!Sarò lunatica, confusa, incazzata, rompi palle, e potrei andare avanti all'infinito.Stavo aspettando quegli occhi con cui guardare la vita.Riuscirò mai a dimenticare la tua voce?A riempire ogni attimo tuo, con un 'noi che non finirà mai.Prima di incontrarti non so nemmeno per cosa ridevo.Nom riuscirò mai a dimenticare quanto eri bello quando ti vedevo arrivare in macchina, da lontano, con la sigaretta tra le dita.

Pensa a tutti gli occhi.
Pensa a tutti i baci.